teologia

Home/Tag: teologia

Top 4 apologeti, libri, canali YouTube e altro

2021-10-24T15:27:59+00:00

Domanda M.A. (08/07/2021): Hai libri da consigliarmi su cristianesimo, prove della resurrezione di Gesù, Dio e religione in generale? Grazie. Risposta: Caro M.A., spesso mi vengono chiesti consigli su quali libri leggere, quali autori seguire ecc.... Così ho pensato di fare un breve resoconto dei migliori studiosi, libri e canali YouTube che consiglierei. Ovviamente ce ne sono molti altri, ma questi sono quelli che più ho apprezzato e più hanno impattato sulla mia vita. TOP 4 apologeti 4) Gregory Koukl, filosofo delle religioni, fondatore di Stand to Reason. Ha scritto un libro che penso tutti i cristiani appassionati di apologetica dovrebbero [...]

Top 4 apologeti, libri, canali YouTube e altro2021-10-24T15:27:59+00:00

IL MONDO ASPETTA DI ESSERE SALVATO, NON DISTRUTTO (8:17 a 8:27)

2021-03-13T09:17:04+00:00

«Se siamo figli, siamo anche eredi; eredi di Dio e coeredi del Messia, se veramente soffriamo con lui, per essere anche glorificati con lui» (8:17). Con questo versetto si conclude l’argomento precedente e si anticipa, come al solito, ciò che verrà argomentato dopo, un po’ come un titolo. L’apparente contraddizione a cui risponde Paolo è come mai anche i figli di Dio debbano soffrire, dopo aver detto finora che essi appartengono a Dio, ad un Dio buono e che fa loro da padre. L’argomentazione centrale della sua risposta si basa sul risaputo concetto del “già, ma non ancora”, ovvero che «siamo [...]

IL MONDO ASPETTA DI ESSERE SALVATO, NON DISTRUTTO (8:17 a 8:27)2021-03-13T09:17:04+00:00

I FIGLI DI DIO CAMMINANO SECONDO LO SPIRITO (7:1 a 8:17)

2021-02-27T09:04:01+00:00

«Poiché parlo a persone che hanno conoscenza della legge» (7:1). È importante ribadire che per comprendere bene la Lettera ai Romani è necessaria la conoscenza dell’Antico Testamento, come scritto anche in 15:4, «Poiché tutto ciò che fu scritto nel passato, fu scritto per nostra istruzione». «Infatti, mentre eravamo nella carne, le passioni peccaminose, risvegliate dalla legge, agivano nelle nostre membra allo scopo di portare frutto per la morte; ma ora siamo stati sciolti dai legami della legge, essendo morti a quella che ci teneva soggetti, per servire nel nuovo regime dello Spirito e non in quello vecchio della lettera» (7:5-6). Come [...]

I FIGLI DI DIO CAMMINANO SECONDO LO SPIRITO (7:1 a 8:17)2021-02-27T09:04:01+00:00

UN PERCORSO CON GESÙ CON RISULTATO CERTO (6:1 a 6:23)

2020-12-29T11:49:38+00:00

Ripercorrendo i primi cinque capitoli, sembra sempre più chiaro che indicare la salvezza “per grazia mediante la fede” come tema centrale dell’epistola sia riduttivo, in quanto essa viene collegata alla conseguente “certezza della salvezza”. L’apostolo fa la famosa sintesi dell’essenza del Vangelo nei versetti 23-24 del capitolo tre, annunciando la giustificazione gratuita con un «indipendentemente dalla legge» (3:21). Nel capitolo quattro, gli esempi di peccatori giustificati attraverso la fede sono Abraamo e Davide, i quali non sono certo “scaduti dalla grazia”. Quando Abraamo fu chiamato da Javè, la sua elezione non fu dipendente dal suo comportamento, che sappiamo non essere stato impeccabile. Dio gli [...]

UN PERCORSO CON GESÙ CON RISULTATO CERTO (6:1 a 6:23)2020-12-29T11:49:38+00:00

CONDANNATI E GIUSTIFICATI PER MEZZO DEL CAPOSTIPITE (5:12 a 5:21)

2020-12-26T18:37:29+00:00

«Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato» (5:12). Siamo sotto condanna non perché pecchiamo, ma perché siamo figli di un peccatore. Non diventiamo peccatori a causa del nostro comportamento, ma siamo peccatori per natura. Infatti «la morte regnò, da Adamo fino a Mosè, anche su quelli che non avevano peccato con una trasgressione simile a quella di Adamo» (5:14). Anche se una persona non commette un peccato simile a quello di Adamo, eredita [...]

CONDANNATI E GIUSTIFICATI PER MEZZO DEL CAPOSTIPITE (5:12 a 5:21)2020-12-26T18:37:29+00:00

GIUSTIFICATI PER FEDE PRIMA, DURANTE E DOPO MOSÈ (4:9 a 5:11)

2020-12-26T11:29:04+00:00

«In quale circostanza dunque gli fu messa in conto? Quando era circonciso, o quando era incirconciso? Non quando era circonciso, ma quando era incirconciso» (4:10). Riprendendo un tema già trattato (2:25-29), Paolo ribadisce come la circoncisione sia ininfluente ai fini della giustificazione. Quando Abraamo fu circonciso, infatti, era già stato giustificato. La circoncisione, come le altre forme esteriori, non era stata istituita per giustificare. Ma come succede anche oggi, pensare di essere salvi grazie ad una forma e non ad una sostanza può sembrare molto comodo, di conseguenza viene data alla forma un’importanza e una funzione spropositata. «Poi ricevette il segno [...]

GIUSTIFICATI PER FEDE PRIMA, DURANTE E DOPO MOSÈ (4:9 a 5:11)2020-12-26T11:29:04+00:00

ABRAAMO E DAVIDE GIUSTIFICATI MEDIANTE LA FEDE (4:1 a 4:12)

2020-12-26T11:28:48+00:00

«Se Abraamo fosse stato giustificato per le opere, egli avrebbe di che vantarsi; ma non davanti a Dio; infatti, che dice la Scrittura? “Abraamo credette a Dio e ciò gli fu messo in conto come giustizia”» (4:2-3). «Così pure Davide proclama la beatitudine dell'uomo al quale Dio mette in conto la giustizia senza opere» (4:6). In questo capitolo, Paolo dimostra che Dio ha giustificato attraverso la fede le due figure più importanti del popolo d’Israele: Abraamo e Davide. Se Dio si è comportato così con loro, non lo farà anche con i loro discendenti? Il vangelo di Matteo inizia proprio con [...]

ABRAAMO E DAVIDE GIUSTIFICATI MEDIANTE LA FEDE (4:1 a 4:12)2020-12-26T11:28:48+00:00

SALVEZZA PER MEZZO DELLA SOLA FEDE IN GESÙ (3:9 a 3:31)

2020-12-26T11:16:39+00:00

«Che dire dunque? Noi siamo forse superiori? No affatto! Perché abbiamo già dimostrato che tutti, Giudei e Greci, sono sottoposti al peccato» (3:9). Paolo riassume qui i ragionamenti precedenti, concludendo che tutti sono peccatori, anche i credenti. La differenza quindi sta nel riconoscersi peccatori, cosa che molto spesso resta difficile anche per chi già crede. Ma a differenza della logica umana, secondo gli standard di Dio, l’unico peccato imperdonabile è proprio il non riconoscersi peccatori. «Perché mediante le opere della legge nessuno sarà giustificato davanti a lui; infatti la legge dà soltanto la conoscenza del peccato.» (3:20). In realtà, la legge [...]

SALVEZZA PER MEZZO DELLA SOLA FEDE IN GESÙ (3:9 a 3:31)2020-12-26T11:16:39+00:00

RESPONSABILITÀ DEI GIUDEI (2:17 a 3:8)

2020-12-26T11:16:32+00:00

Finora Paolo ha parlato direttamente ai Gentili, preparando parallelamente il terreno per l’esposizione ai Giudei, in modo da arrivare presto a dire che «Non c’è nessun giusto, neppure uno» (3:10). Sarebbe opportuno leggere questi versetti come se Paolo parlasse non soltanto ai Giudei di allora, ma anche ai cristiani di oggi, i quali conoscono la Parola di Dio e si dichiarano luce e sale del pianeta, perfettamente in linea con le caratteristiche descritte da Paolo per i Giudei: «Ora, se tu ti chiami Giudeo, ti riposi sulla legge, ti vanti in Dio […] essendo istruito nella legge, e ti persuadi di [...]

RESPONSABILITÀ DEI GIUDEI (2:17 a 3:8)2020-12-26T11:16:32+00:00

IL GIUSTO GIUDIZIO DI DIO (2:1-16)

2020-12-26T11:16:46+00:00

Esponendo il vangelo da un punto di vista prevalentemente giuridico, nel capitolo 2 Paolo inizia ad illustrare il rapporto tra responsabilità dell’uomo e giusto giudizio di Dio. Ogni uomo è a conoscenza di una legge morale scritta nel proprio cuore, che però viene soffocata con l’ingiustizia e la menzogna, insieme all’evidenza della manifestazione di Dio nella creazione. Invece di cercare Dio e ravvedersi, l’uomo disprezza la Sua pazienza abbandonandosi al peccato, sfruttando il fatto che il giudizio non è sempre immediato. In questo modo si accumula un tesoro d’ira, poiché anche la grande pazienza di Dio ha un limite. Viene sottolineato [...]

IL GIUSTO GIUDIZIO DI DIO (2:1-16)2020-12-26T11:16:46+00:00
Torna in cima